"
<\/a><\/div>
\n
<\/i><\/a><\/div>\n
\n \n \n \n \n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/g>\n <\/svg>\n <\/i>\n
Rojava Resiste<\/span><\/a><\/div>\n\n\n\n
\ud83d\udde3<\/b><\/i>DELEGAZIONE ACCOLTA A SULEMANI. CRESCE IL MALCONTENTO POPOLARE PER LA POLITICA DI BARZANI VERSO LA TURCHIAUlteriori aggiornamenti dalla Delegazione Internazionale per la Pace e la Libert\u00e0 in Kurdistan.\ud83d\udccc<\/b><\/i> Il 15\/06, la delegazione \u00e8 riuscita a spostarsi da Erbil (citt\u00e0 controllata dal Partito democratico del Kurdistan-KDP, il partito-clan della famiglia Barzani) a Sulemani (Sulemania, sotto l'influenza dell'Unione patriottica del Kurdistan-PUK).\u270c<\/b><\/i> Mentre il KDP si mostra (da anni) connivente con la Turchia e tace sull'invasione del Ba\u015fur, silenziando le voci degli attivisti per la pace, il 16\/6 a Sulemani la delegazione \u00e8 stata accolta dalla societ\u00e0 civile con una manifestazione di solidariet\u00e0. Altre manifestazioni di solidariet\u00e0 hanno accolto dei gruppi della delegazione al rientro in Germania.\ud83d\udd14<\/b><\/i> Nella stessa giornata si \u00e8 svolta anche una manifestazione per la libert\u00e0 di \u00d6calan, organizzata da Komiteya Azad\u0131ya \u00d6calan (Comitato per la liberazione di Ocalan).\ud83d\udd34<\/b><\/i> 180 peshmerga (combattenti curdo-iracheni) hanno deposto le armi, rifiutandosi di combattere la guerriglia del PKK, e prendendo posizione contro la politica divisiva del KDP. \u203c\ufe0f<\/b><\/i> In Ba\u015fur sta crescendo il malcontento popolare per la mancanza di unione tra i partiti curdi contro l'invasione turca. Oggi 17\/6 ci sar\u00e0 un'altra manifestazione a Sulemani contro l'invasione.<\/div>\n\n