"<\/a>
\n
<\/i><\/a><\/div>\n
\n \n \n \n \n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/g>\n <\/svg>\n <\/i>\n
Rojava Resiste<\/span><\/a><\/div>\n\n\n\n
\ud83c\uddf9\ud83c\uddf7<\/b><\/i>\ud83c\uddea\ud83c\uddfa<\/b><\/i> La guerra sporca di #Idlib<\/a> e gli accordi UE sulla pelle dei profughi<\/b>\ud83d\ude91<\/b><\/i> La guerra di spartizione tra #Turchia<\/a> e regime siriano\/Russia prosegue nella sacca jihadista di Idlib, aggravando il disastro umanitario in corso: sono quasi 1 milione i profughi in fuga dalle violenze delle due parti, accolti in 300mila nella sacca curdo-siriana di Tal Rifaat.\ud83d\udc64<\/b><\/i> L'esercito turco ha sub\u00ecto pesanti perdite negli ultimi giorni, oltre alla morte di pi\u00f9 di 30 soldati due giorni fa, ieri \u00e8 stato ucciso Ahmed Arman: comandante delle operazioni "antiterrorismo" durante la guerra sporca in Bakur nel 2016. Arman guid\u00f2 assedio e successiva distruzione della Comune di Cizre, facendo pi\u00f9 di 200 morti, centinaia di arrestati, decine di desaparecidos.\ud83d\udeb7<\/b><\/i> Ora #Erdogan<\/a> ha "riaperto" il flusso di profughi ammassando migliaia di migranti sul confine greco e bulgaro, a loro militarizzati per respingere con violenza le migliaia di migranti usati come strumento di minaccia.\ud83d\udea9<\/b><\/i> In questo scontro, UE-Turchia si rivelano due facce della stessa medaglia. Il confederalismo democratico dimostra tutto il suo valore di terza via non solo nella guerra civile siriana, ma anche nello scenario euro-mediorientale.<\/div>\n\n