"
<\/a><\/div>
\n
<\/i><\/a><\/div>\n
\n \n \n \n \n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/g>\n <\/svg>\n <\/i>\n
Rojava Resiste<\/span><\/a><\/div>\n\n\n\n
\ud83d\udce2<\/b><\/i> Cosa sta succedendo ad Ain Issa?<\/b>\ud83d\udccc<\/b><\/i> Ain Issa \u00e8 un piccolo centro nel Nord Est della #Siria<\/a>, diventata il centro amministrativo dell\u2019Amministrazione Autonoma (AA), esattamente in mezzo al territorio dei tre cantoni. \ud83d\uded1<\/b><\/i> Dal 9 ottobre 2019 Ain Issa \u00e8 stata attaccata pi\u00f9 volte, principalmente con bombardamenti aerei e droni a fasi intermittenti. Le forze turco-jihadiste vogliono conquistare la citt\u00e0 e spaccare in questo modo in due il territorio della Federazione curdo-araba, prendendo possesso della autostrada M4, arteria stradala principale. Ain Issa ha un valore strategico, infatti \u00e8 la crocevia per raggiungere i cantoni occidentali come Kobane, Manbij, Tabqa, fino ad arrivare a Shehba. \u26a0\ufe0f<\/b><\/i> Dal 15 dicembre \u00e8 in corso una nuova pesante offensiva sulla citt\u00e0 e nei villaggi limitrofi, la Turchia ha bombardato indiscriminatamente uccidendo almeno 8 civili e ferendone altri 39. Oltre 9600 persone hanno lasciato le proprie case. Tutti gli attacchi sono stati respinti dalle Forze Democratiche Siriane. \u2757\ufe0f<\/b><\/i>Proprio ieri le forze turco-jihadiste raggruppate nel SNA - Syrian National Army (formazione che racchiude le bande mercenarie e le milizie nere alleate di Ankara) hanno annunciato una nuova offensiva di terra. \ud83d\udc49<\/b><\/i> Qui trovate il rapporto tradotto dal Rojava Information Center sulla situazione umanitaria. https:\/\/rojavainformationcenter.com\/2020\/12\/translation-report-on-the-humanitarian-situation-in-ain-issa-as-of-20-december-2020\/<\/a><\/div>\n\n \n