"<\/a>
\n
<\/i><\/a><\/div>\n
\n \n \n \n \n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/g>\n <\/svg>\n <\/i>\n
Rojava Resiste<\/span><\/a><\/div>\n\n\n\n
\u2757\ufe0f<\/b><\/i>Armi chimiche: confermato l'uso da parte della Turchia contro il Rojava<\/b>\u2622<\/b><\/i> Il laboratorio Wessling in Svizzera ha rivelato un'anormale presenza del fosforo bianco su un campione di pelle di un combattente curdo, ferito nell'attacco turco contro la citt\u00e0 di Serekaniye.\ud83c\uddf9\ud83c\uddf7<\/b><\/i> L'Amministrazione autonoma della Siria del Nord-Est ha presentato luned\u00ec i risultati delle analisi del laboratorio svizzero a Parigi, confermando che l'esercito turco ha usato bombe al fosforo durante gli attacchi di ottobre-novembre 2019.\ud83d\udd2c<\/b><\/i> Il rapporto ha concluso: "Il tipo di lesione (ustioni chimiche), oltre all'altissima quantit\u00e0 di fosforo presente nel campione, dimostra che \u00e8 stato utilizzato il fosforo (munizioni al fosforo bianco)".\ud83d\udebb<\/b><\/i> Il dottor Abbas Mansouran, che ha curato le vittime del bombardamento turco durante la battaglia di Serekaniye, assieme al portavoce delle YPG, Nuri Mahmoud e al rappresentante dell'Amministrazione autonoma, Khaled Issa, ha confermato che la Turchia ha preso di mira pi\u00f9 di 30 civili disarmati, compresi bambini, con queste armi proibite a livello internazionale.<\/div>\n\n